Al giorno d'oggi, gli studenti hanno l'opportunità di partecipare a progetti di “alternanza scuola lavoro”, che permettono l'introduzione nel mondo del lavoro e una maggiore preparazione in vista del futuro.Il tirocinio prevede lo svolgimento di attività extracurricolari, durante le quali si ha la possibilità sia di apprendere nuove cose sia di scoprire nuovi interessi.                                                

I ragazzi hanno l'opportunità di uscire dal mondo scolastico e imbattersi nel mercato del lavoro. Questo permette la conoscenza del contesto lavorativo e cittadino e lo sviluppo di competenze utili per il futuro: lavorare di gruppo, imparare a considerare altre opinioni, conoscere nuovi profili professionali, stimolare la partecipazione alla cittadinanza attiva, mettere in discussione il proprio punto di vista e mettersi alla prova.                                                                                                                                                                                                                                              Tuttavia molti studenti hanno idee divergenti riguardo questo progetto in quanto si può rivelare un'esperienza negativa o superflua se svolta in ambiti familiari, come nelle aziende di propri parenti, o se influenzata da amici.

La scuola lavoro si rivela dunque un'esperienza utile e coinvolgente, capace di migliorare competenze tecniche, organizzative, critiche e riflessive, se svolta in modo adeguato. Potrebbe comportare, invece, una perdita di tempo se affrontata in modo non corretto. È importante quindi da parte dello studente un atteggiamento maturo, responsabile e disponibile nella scelta e nello svolgimento dell' ”alternanza scuola lavoro”.

 

Alice Maio e Matteo Bridi – Liceo Scientifico Galileo Galilei.

Giovani che si stanno spendendo per altri giovani, contribuendo

ad arricchire l'agenda delle politiche giovanili del Comune.

 

 

Ambiti scuola-etc