"Questa non è una simulazione..."

Percorso partecipato per la progettazione e costruzione delle politiche giovanili del Comune di Trento

 

Rendering trentogiovani è il percorso di ascolto e partecipazione attraverso cui il Comune di Trento sta ridefinendo le linee programmatiche delle proprie politiche per e con i giovani nel nuovo PIANO DI POLITICHE GIOVANILI 2017-20.

Trentogiovani è un sito, una newsletter, è canali social, ma è diventato anche simbolo, marchio, brand delle Politiche giovanili del Comune di Trento. Rendering (Der. di (to) render "far diventare, trasformare") è un termine della lingua inglese che in senso esteso indica la resa (o restituzione) grafica di un progetto, permettendo di comprenderlo meglio. La trasformazione delle politiche giovanili del Comune di Trento, la possibilità quindi di incidere sulle politiche, è stata restituita a bambini, ragazzi e giovani, corresponsabili nel ridefinire visione e priorità dell'azione comunale.

 

 

Le fasi del percorso

Il percorso Rendering Trentogiovani è stato un esercizio di immaginazione collettiva di futuri possibili nell'ambito delle politiche giovanili comunali. Si è sviluppato attraverso fasi che hanno visto partecipare, con obiettivi e metodologie specifici, numerosi e differenti attori sociali: oltre 60 tra associazioni, organizzazioni ed enti che operano sul territorio e, soprattutto, oltre 550 tra bambini, ragazzi e giovani.

Il percorso è iniziato nel dicembre 2015 e si è concluso nel marzo 2017.

Fase 1

La prima fase del percorso aveva l'obiettivo di raccogliere stimoli da parte di un numero rilevante di giovani provenienti da contesti e background diversi. Ha coinvolto oltre 460 giovani tra i 15 e i 29 anni circa attraverso 28 incontri che si sono svolti tra dicembre 2015 e giugno 2016. Attraverso simulazioni o confronti guidati - e senza raccontare loro l'esistente per non influenzarli - è stato chiesto ai giovani di rispondere alla domanda: “Che cosa dovrebbe fare il Comune per i giovani nei prossimi anni?”.
Gli oltre 600 stimoli/items raccolti nella prima fase di ascolto (qui trovate gli aggiornamenti) sono stati analizzati e sintetizzati, anche in ragione della frequenza, in circa 200 proposte. Queste sono state a loro volta successivamente categorizzate in 4 macro ambiti, coerenti con quanto proposto dalle politiche europee e provinciali in materia di politiche giovanili:

  1. formazione, lavoro, autonomia e giovani del mondo – quest'area raggruppa item che attengono a  scuola, università, formazione, orientamento, volontariato (in chiave di occupabilità), tirocini, esperienze di mobilità internazionale, inserimento lavorativo, autonomia abitativa;
  2. arte e cultura – in quest'area sono stati inseriti gli item su arti visive, musica, teatro, danza, multimedialità e arte, trasversalità e ibridazione delle discipline artistiche, offerta museale, biblioteche, offerta di eventi culturali/aggregativi;
  3. partecipazione e beni comuni - in quest'area si trovano gli items che richiamano i temi del volontariato, della sostenibilità ambientale, della cittadinanza attiva;
  4. benessere e inclusione – gli item relativi alla prevenzione delle dipendenze, agli spazi di aggregazione, agli stili di vita sani, allo sport per tutti, alla sicurezza, all'accessibilità sono categorizzati in quest'area.

Fase 2

Nel mese di ottobre 2016 sono stati realizzati 4 focus group tematici, uno per ciascun macro ambito, a cui sono stati invitati, oltre ai giovani interessati che avevano partecipato alla prima fase, i referenti di gruppi informali, associazioni e cooperative di giovani e/o che lavorano con i giovani sui temi specifici. Attraverso lavori di gruppo, i partecipanti ai focus group hanno discusso sugli stimoli proposti dai giovani indicando delle priorità. Hanno partecipato 44 realtà.

Quanto emerso dal lavoro con i giovani e le associazioni/organizzazioni è stato riportato in un confronto con le istituzioni afferenti alle diverse aree nel corso di 4 incontri, uno per macro  ambito, convocati nel mese di novembre 2016. Sono stati invitati anche i giovani e i soggetti collettivi che avevano partecipato alle fasi precedenti. Anche in questo caso l'obiettivo è stato quello di individuare alcune priorità a partire dagli stimoli raccolti dai giovani e dalle organizzazioni. Hanno partecipato 29 realtà.

Fase 3

Negli ultimi mesi del 2016 e nei primi mesi del 2017 si è lavorato con bambini e bambine in età 6-14 anni. Il percorso, ideato e condiviso con Unicef, ha visto la realizzazione di 26 videointerviste ad altrettanti bambini sulla base di batterie di domande intorno a 7 aree tematiche coerenti con la Dichiarazione dei diritti dell'infanzia: #PARTECIPA!, sulla partecipazione e cittadinanza attiva dei più piccoli;
#IO=TE, sulle amicizie e le relazioni con i pari; #NOIxVOI, sulla capacità di ascolto e inclusione da parte del mondo adulto; #AMATI, sugli affetti e la famiglia; #SENZAPAURA, sulle paure; #IOESCO, sul tempo libero e la partecipazione alla vita socio-ricreativa cittadina; #CRESCINELVERDE, sugli spazi verdi e sulla sensibilità ambientale.
L'analisi delle videointerviste ha evidenziato la frequenza di alcuni temi trasversali, evidentemente rilevanti per i bambini di Trento. Sulla base dei temi emersi, che ne hanno ispirato la traccia, sono stati realizzati 3 focus group a cui hanno partecipato circa 40 bambine e bambini tra gli 8 e i 13 anni, provenienti da gruppi e territori diversi.

Fase 4

Le priorità individuate grazie al confronto con entrambi i target sono state sottoposte a diversi gruppi significativi esterni al Comune di Trento e a Servizi comunali che si occupano a vario titolo di bambini, ragazzi e giovani. L'obiettivo di questa fase è stato quello di validare e ri-prioritarizzare trasversalmente, e quindi non per macro ambito tematico, tutte le proposte raccolte.

Fase 5

Quanto emerso dall'intero percorso è stato organizzato e sintetizzato nella bozza di PIANO DI POLITICHE GIOVANILI 2017-2020 che è stata presentata alla Giunta comunale, alla Commissione consiliare competente, ai Consigli circoscrizionali e che è pubblicata qui.

Fase 6

Nel corso dell'autunno il PIANO DI POLITICHE GIOVANILI 2017-2020 approderà in Consiglio comunale per l'approvazione.

 

 

Ecco i risultati del percorso Rendering trentogiovani sintetizzati:

 

Allegati

bozza_piano_ di_politiche_giovanili_2017-20.pdf
Info

Ufficio Politiche giovanili - Comune di Trento
Via Roma 56, Trento
0461 884240
ufficio_politichegiovanili@comune.trento.it


Ambiti cittadinanza-attiva
scuola-etc
opportunita-estero
musica
arti-visive
teatro
sport
bambini
altro