- Presentazione del progetto
 
La Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, su impulso delle Politiche Giovanili del Comune di Trento, dell'Istituto Comprensivo Trento 2 "Johannes Amos Comenius" e il sostegno degli 11 Istituti comprensivi della Provincia Autonoma di Trento ha avviato un percorso di cittadinanza europea che coinvolge 22 studenti della scuola secondaria di primo grado, alla scoperta dell'Europa, della sua cultura e del Parlamento Europeo, affinché possano sentirsi portatori di valori democratici, sviluppando una maggiore appartenenza e criticità alla dimensione europea, nonché potenziando gli strumenti partecipativi impegnandosi all'interno delle loro scuole e territori.
 
Dopo una prima fase di formazione, avranno l'opportunità di "vivere l'Europa" attraverso un'esperienza diretta, dialogando e confrontandosi con i loro coetanei francesi e tedeschi, provenienti da esperienze di cittadinanza attiva all'interno dei loro istituti, e con personalità di rilievo sul presente e il futuro dell'Europa.
Il 9 aprile 2019 racconteranno la loro esperienza di viaggio attraverso i luoghi, i profumi, gli incontri, le bellezze, le persone e le scoperte di cui sono stati protagonisti in prima persona.
 

- Caratteristiche del progetto

Il percorso si articola in tre fasi:

- la costruzione del viaggio a cura dei partecipanti (13 e 27 febbraio): dopo una prima parte di presentazione del progetto ai genitori e ai partecipanti, questi ultimi entreranno nel vivo del percorso attraverso attività di conoscenza e laboratoriali volte a costruire in prima persona il viaggio e la restituzione del progetto. Seguirà un secondo incontro presso il Museo Casa De Gasperi di Pieve Tesino dove si approfondirà la figura di Alcide De Gasperi, uno dei padri fondatori dell'Europa.

- il viaggio formativo (dal 25 al 28 marzo): un viaggio studio a Strasburgo dove i partecipanti potranno mettere in pratica il lavoro preparato confrontandosi con i loro coetanei di una scuola madrelingua tedesca e francese, visitando la sede del Parlamento europeo e assistendo ad una discussione plenaria, dialogando con un eurodeputato, e approfittando della loro permanenza a Strasburgo per conoscere la storia della città francese, simbolo della multiculturalità dell’Europa.

- la restituzione dell'esperienza (dal 9 aprile in poi): sarà programmata e realizzata un’attività di narrazione e restituzione dell’esperienza alla cittadinanza, nelle classi degli Istituti comprensivi coinvolti e infine all’interno dei “Parlamentini” scolastici.

 

                                                                       

 

- Per informazioni

Contattare Jacopo Nicolodi al numero 3408566925 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

DIARIO DI VIAGGIO

Siamo abituati a vivere le informazioni ricevendole dall'alto, da persone adulte che riteniamo più competenti. Noi, per parlarvi di Strasburgo e del progetto "Da Trento a Strasburgo: l'Europa inizia da te!" ci affideremo al diario di viaggio dei nostri piccoli avventurieri, ascoltando l'esperienza così come i loro occhi e la propria mente l'hanno vissuta. Chi meglio di loro potrebbe?

Qui una piccola gallery delle giornate di formazione dei ragazzi presso la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi

 

 

 

 

 
 DAY 1:
 
Lunedì 25 marzo: inizia l'avventura.

Partiamo in orario alle 7.40, carichi di entusiasmo e di curiosità perquello che ci attende nel nostro viaggio in Europa.
 

La prima tappa, alla scuola liceale di Kempten, è stata un successo grazie all'accoglienza calorosa e gioiosa degli studenti e studentesse tedeschi e della loro insegnante di italiano. Nella loro mensa abbiamo condiviso pietanze e dolci italiani e tedeschi e fatto conoscenza attraverso varie attività linguistiche.

La cosa che più ci ha stupiti è il fatto che nella mensa lavorino, a titolo gratuito, nella preparazione dei pasti, genitori e parenti degli alunni.

La visita all'istituto comprensivo, spazioso, colorato, arioso e luminoso, con un teatro e diversi spazi per laboratori di arte, fisica e lavori manuali, condotta dagli studenti tedeschi che si sono sforzati di parlare la nostra lingua ci ha impressionati. Tra l'altro la scuola sostiene la salvaguardia dell'ambiente attraverso diversi progetti.

Dopo le foto di rito insieme ai nostri nuovi amici europei e i saluti ci siamo rimessi in viaggio. In pullman, i giochi, gli indovinelli e il quiz sull'Unione Europea, hanno fatto sì che non sentissimo la pesantezza del lungo viaggio o la noia.

L'arrivo alla meta si è preannunciato con l'attraversamento del ponte sul fiume Reno che funge da confine fra  Germania e Francia e dalle guglie della cattedrale di Strasburgo. Al ristorante "La Chaine d'Or" abbiamo assaporato una cena tipica alsaziana, quindi siamo ripartiti per una breve visita notturna attraverso le stradine tortuose e affascinanti della città.
 
L'esperienza sensoriale proposta dagli accompagnatori, che ci ha visti coinvolti in un trenino ad occhi chiusi ci ha portati sotto la magnifica cattedrale di Notre Dame. Aprire improvvisamente gli occhi e trovarsi davanti all'imponente facciata illuminata ci ha emozionato molto.

Dichiariamo conclusa questa prima splendida giornata, che ci ha fatti protagonisti di nuove ed entusiasmanti esperienze.
 
 
Qui una gallery delle foto del primo giorno di viaggio scattate dai ragazzi
Qui puoi trovare il post Facebook scritto dai ragazzi per la pagina Fondazione Trentina Alcide de Gasperi https://bit.ly/2U1z486
 
 
 
DAY 2:
 
Martedì 26 marzo.
 

Colazione in albergo e via verso le collége privée Providence, l'istituto comprensivo con cui abbiamo appuntamento. Li ci incontriamo con una classe di coetanei francesi e facciamo conoscenza utilizzando un gioco a squadre in diverse lingue. Gli alunni della scuola sono di madrelingua francese e imparano sia il tedesco che l'inglese. Abbiamo inoltre scoperto che hanno orari scolastici diversi dai nostri e una diversa organizzazione. L'esperienza ci è sembrata molto interessante e formativa.  Il nostro prossimo meeting point è la cattedrale di Notre Dame con il suo memorabile orologio astronomico ideato e messo a punto, in trent'anni, da Schwilgué.

 

A seguire la visita della città navigando in battello sul fiume Ile. Gli scorci dal fiume, le sue rive di magnolie in fiore, i riflessi degli edifici tipici e antichi, la storia complessa di questo luogo conteso per decenni da Tedeschi e Francesi e la vista dell'imponente sede del Parlamento europeo che si specchia sul fiume come una grande nave incagliata, ci lasciano a bocca aperta. La voce nella cuffia ci spiega che l'edificio è stato costruito in vetro per simboleggiare la giustizia e la trasparenza del lavoro dei parlamentari. La giornata si conclude camminando tra i vicoli pittoreschi della "Petit France", quartiere antico di artigiani conciatori di pelli e pescatori.

 

Qui una gallery delle foto del secondo giorno di viaggio scattate dai ragazzi

Qui puoi trovare il post Facebook scritto dai ragazzi per la pagina Fondazione Trentina Alcide de Gasperi https://bit.ly/2UdfJ34

 

DAY 3:

Mercoledì 27 marzo: l'Europa.

Iniziamo la giornata al Centro di Documentazione Europea. Lì Lucas, un formatore del centro, ci espone dei dati relativi all'EU, intrattenendoci con alcuni giochi interattivi. Pranziamo nel Parco Orangerie in compagnia di decine di cicogne che nidificano sugli alberi e sui tetti di questo parco. Nel primo pomeriggio facciamo il nostro ingresso trionfale nella sede del Parlamento Europeo: Leone Rizzo, funzionario del parlamento, ci accoglie amabilmente raccontandoci con passione la sua biografia; il secondo incontro avviene invece con l'Onorevole Herbert Dorfmann che  risponde con interesse alle nostre domande. Il signor Leone ci espone il tema della Brexit ed i suoi aspetti critici. L'eurodeputato invece ci racconta la sua carriera, sottolineando l'importanza di partire dal piccolo per fare politica, occupandosi del proprio paese o della propria città.

Nel tardo pomeriggio, con grande emozione, entriamo nell'emiciclo del Parlamento europeo per assistere in diretta al dibattito, tra alcuni membri di una delle commissioni parlamentari, sull'uso dei fertilizzanti, ed a una votazione.

La serata si conclude salutando Strasburgo e degustando tarte flambée. Domani ci aspetta un lungo viaggio per il rientro a casa.

 

Qui una gallery delle foto del terzo giorno di viaggio scattate dai ragazzi

Qui puoi trovare il post Facebook scritto dai ragazzi per la pagina Fondazione Trentina Alcide de Gasperi https://bit.ly/2uw2RX0

 

DAY 4:

Giovedì 28 marzo: l'ultimo giorno. 

E' passato anche l'ultimo giorno del nostro viaggio a Strasburgo. La giornata è iniziata molto presto e, subito dopo colazione e dopo aver fatto le valigie, abbiamo iniziato a progettare la restituzione del 9 aprile. Ci siamo divisi a gruppi per istituti e, individualmente o confrontandoci l'uno con l'altro, abbiamo ripensato a questi giorni. E le emozioni ci hanno travolto... Ci siamo ricordati della prima volta che abbiamo messo piede a Strasburgo, la sera del 25 marzo... Sembra passato un secolo da quel momento! Sono successe così tante cose che è impossibile scriverle tutte, soprattutto le emozioni. In pullman poi abbiamo continuato a lavorare a coppie per la restituzione, ma ci siamo anche divertiti. Non vogliamo anticipare niente però! Quello che possiamo affermare è il fatto che non siamo più quelli del 25 marzo, ma persone "nuove". Ci sentiamo diversi, questa magnifica esperienza ci ha cambiati. Non dimenticheremo mai di Strasburgo, del Parlamento e di tutto quello che abbiamo vissuto. E' stata una esperienza che pochissimi hanno avuto la possibilità di provare e di certo non ci è indifferente. Ogni istante passato nella città ci ha lasciato qualcosa: soprattutto cose positive, ma anche qualche nota negativa, che ci ha insegnato molto. Siamo partiti come un gruppo anonimo, che non si conosceva per niente e che esitava a farsi avanti. Dopo pochi giorni, però, siamo già diventati un gruppo molto unito. Questa esperienza ci ha donato veramente moltissimo, sia nuove conoscenze, sia lezioni di vita. Ovviamente dobbiamo dire un grande "grazie" a tutti quelli che hanno reso possibile questo viaggio: Marco, Jacopo, Virginia, Laura e Barbara, gli accompagnatori, a Ilaria e Mattia, gli studenti liceali che ci hanno fatto da "traduttori" per tutti questi giorni ed infine ad Armando, l'autista migliore del mondo. Ma anche alle 11 scuole e alla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, che hanno finanziato e creduto in questo progetto. E infine grazie ai nostri genitori, che ci hanno lasciati andare. Grazie a tutti e vi aspettiamo il 9 aprile per la prima restituzione!. 

 

Qui una gallery delle foto dell'ultimo giorno di viaggio scattate dai ragazzi

Qui puoi trovare il post Facebook scritto dai ragazzi per la pagina Fondazione Trentina Alcide de Gasperi https://bit.ly/2UgbQKI 

 
 
 

Partner

Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento, Istituto comprensivo Trento 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, I.C. Aldeno-Mattarello, Scuola secondaria di primo grado Arcivescovile Endrici, Associazione pedagogica Steineriana,
Info
 
Fondazione Trentina Alcide De Gasperi

Trento - Pieve Tesino
t. +39 0461 314247
segreteria.fdg@degasperitn.it
c.f. 96077760229

 

TRENTO GIOVANI
Servizio Cultura, Turismo e Politiche giovanili - Comune di Trento
Via Rodolfo Belenzani, 13 - 38122 Trento
0461 884240
www.trentogiovani.it
Codice fiscale e partita IVA 00355870221
 

Ambiti cittadinanza-attiva
memoria-democrazia-legalita
europa
pace-e-mondialita