NexTn – Narrare esperienze, progettare futuro. Un evento per fare politiche giovanili insieme”

In occasione della presentazione del nuovo piano di politiche giovanili 2017-2025 , si è svolto nelle giornate di giovedì 23 e venerdì 24 novembre 2017 l'evento, organizzato dall'Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento “NEXTn – Narrare esperienze, progettare futuro. Un evento per fare politiche giovanili insieme”. Due serate, presso la Bookique, durante le quali si è discusso di tutte quelle esperienze di lavoro, tirocinio e volontariato che, fra passato, presente e futuro, sono legate alle politiche giovanili del Comune di Trento.

                                                                                               

La prima serata è stata dedicata alle testimonianze di coloro che, nel corso degli anni, hanno partecipato attivamente alla pianificazione e alla realizzazioni di progetti.                      Grazie alla conduzione e alle riflessioni di Linda di Pietro (Imprenditrice della cultura, amministratrice e presidentessa di Interdisciplinarte srl, che gestisce CAOS | Centro Arti Opificio Siri di Terni) e Paolo Dalla Sega (Docente presso l'Università Cattolica e ideatore di eventi tra i più importanti del sistema culturale italiano), abbiamo ripercorso la storia dei progetti più caratterizzanti.          

 

                                                                                                                                                                                                                                     

La prima narrazione trattava i “Protagonisti per una città a misura di bambin@”, il cui obiettivo è quello di sensibilizzare alla mobilità sostenibile attraverso il progetto "Bambini a piedi sicuri”, gestito dai ragazzi in Servizio Civile presso l'Ufficio delle Politiche Giovanili, e offrire, al contempo, occasioni di incontro e crescita nei centri Giocastudiamo.                                       La serata è proseguita con “Streetsport, StreetArt e Beni Comuni” con il racconto dell'esperienza di una crew di bikers che negli ultimi due anni ha lavorato insieme al Comune di Trento nel co-progettare il nuovo skatepark. L'accordo prevede inoltre che i bikers stessi si prenderanno cura dello spazio nel prossimo futuro. Contemporaneamente un gruppo colorato di associazioni, writers, educatori e artisti ha creato il Tavolo della StreetArt Trento, il quale ha promosso un contest per la rappresentazione di espressioni artistiche legali sui muri della nostra città.

 

                                            

 

 In seguito è stata raccontata la storia di Sanbaradio “Radiocomunicativi: dalla passione alla professione”. Un gruppo di studenti universitari, qualche anno fa ha creato la radioweb universitaria di Trento e alcuni di loro si sono appasionati talmente tanto alla comunicazione che hanno costituito la cooperativa Mercurio ed il loro cammino ha sempre più assunto i connotati legati al mondo dell'imprenditoria. Recentemente hanno passano il testimone a nuovi e volenterosi giovani, insegnando loro i segreti del mestiere e permettendo alla radioweb di mantenere il carattere che più le è proprio: la freschezza della gioventù.

 

                                                                                                                                  

 

La serata è stata poi rallegrata dalle note del gruppo 'Incrocio musicale': un complesso di giovani provenienti da otto diversi Paesi che si sono incontrati ed hanno dialogato attraverso la musica, creando realazioni, pezzi inediti e concerti dal titolo “Musica che sconfina”.                                                                                                                                                    L'ultima esperienza raccontata, “Let's play this way!”, riguardava le attività della Polisportiva clandestina, un gruppo di giovani tra i 18 e 29 anni, alcuni anche disabili, che utilizzano lo sport come strumento per favorire l'aggregazione e l'inclusione sociale.                                                                                                                                                            L'evento NEXTn non si è limitato a riportate testimonianze di progetti realizzati e di successo, ma ha trattato esperienze che hanno generato un impatto sociale, culturale ed ambientale significativo per la nostra città.                 

                                                                                                                                                                                                                                                     

                                                

 

La seconda serata, invece, è stata dedicata al futuro, ossia a come progettare il futuro delle Politiche Giovanili in modo da ottenere risultati e riscontri sempre più soddisfacenti.

La prima a prendere la parola è stata l' Assessore con delega per le politiche sociali, familiari ed abitative e per i giovani, la quale ha presentato il nuovo Piano di Politiche giovanili 2017-2025. In seguito la campionessa olimpionica trentina Francesca Dallapè ci ha riportato la sua esperienza ai massimi livelli dello sport.                                                                   La serata è proseguita con un laboratorio partecipativo “Progettare futuro: fare politiche giovanili insieme” con l'obiettivo di partire dal nuovo Piano delle Politiche Giovanili e trasformarlo in idee e piste progettuali per il futuro. Il laboratorio, facilitato da Veronica Sommadossi, ha raccolto utilissimi spunti volti a migliorare la qualità della vita della nostra città.

I numerosi giovani presenti in sala hanno dato il loro significativo contribuito inviando segnali interessanti alla pubblica amminstrazione. Dal laboratorio è emersa la necessità di un maggiore sostegno alle idee provenienti dal basso al fine di aiutare i pochi giovani intraprendenti con le pratiche burocratiche. I giovani hanno anche richiesto l'aiuto in fase di progettazione degli eventi, ed hanno suggerito a gran voce di non limitarsi alla realizzazione di pochi , singolari e grandi eventi all'anno(vedesi Poplar, Notte Bianca, ...), che inevitabilmente vengono vissuti come l'unica occasione dei giovani per divertirsi, ma più eventi articolati nei diversi mesi dell'anno, garantendo una ricchezza di attività.

Due giorni in cui arte, musica, radio, campioni olimpionici, giovani che sono entrati a contatto con le Politiche Giovanili e da lì hanno costruito le basi del loro presente, e molto altro ancora, hanno dialogato secondo un'ottica di apertura all'interdisciplinarietà ed alla comunicazione. Insomma, due giorni intensi e partecipati!!!

La vera sfida parte ora, ed è quella di contribuire a rendere effettive e concrete le proposte contenute nel Piano. L’invito a partecipare è esteso,dunque, non solo a chi ha partecipato alla costruzione del nuovo strumento di programmazione, ma anche a tutti quelli che hanno a cuore il futuro della città e la partecipazione dei cittadini più giovani.

 Articolo di : Maria Minotto e Giacomo Frisanco

 Foto di : Hajar Boudraa

 Video di : Aaron Giordani

 

 

 

Progetti

Piano di politiche giovanili e Rendering Trentogiovani

Artisti

Bombolette, pennelli, stencil: la città cambia colore
Incrocio Musicale

Ambiti cittadinanza-attiva
scuola-etc
musica
arti-visive
teatro
sport
bambini