"A suon di parole" è un TORNEO di dibattito dove gli studenti si affrontano e cercano di vincere delle gare basate non su una disciplina sportiva di carattere fisico, ma sulla capacità di argomentare e contro argomentare attorno a tematiche di carattere civico e sociale. Gli studenti si sfidano, dunque, “a suon di parole”.

Il progetto nasce da molteplici considerazioni, ma la principale fa riferimento alla constatazione di una debolezza oggettiva del dibattito pubblico nella nostra società e all’invadenza dei mezzi di comunicazione di massa. Da questo dato di fatto nasce, per converso, l’esigenza di educare i giovani a formulare ragionamenti in maniera autonoma e sorvegliata. In un contesto ludico, e tuttavia sorvegliato dal punto di vista razionale, il torneo di dibattito incentiva l’educazione all’ascolto e a quel confronto civile che passa attraverso l’analisi delle argomentazioni avverse.

L’attività è realizzata all’interno di un percorso sperimentale iniziato nel

2011 e promosso da IPRASE assieme al Dipartimento di Scienze Giuridiche della Facoltà di Giurisprudenza e alle Politiche giovanili del Comune di Trento, con l’intenzione di realizzare e mettere a punto un modello di gara dibattimentale che possa coinvolgere un numero sempre maggiore di studenti e Istituti scolastici del ciclo secondario di secondo grado.

Partner:Università degli Studi di Trento - Facoltà di Giurisprudenza | Iprase
TagCloud   arte     bandi     città     condivisione     creatività     cultura     curiosità     divertimento     giovani     informazione     mondo     musica     opportunità     rete     sensibilizzazione